Il giornale della comunità del PICAI Attualità, notizie dalle scuole, curiosità e tanto altro ancora
You need Java to see this applet.
IL SABATINO.it
Marc-Aurèle Fortin
Alcuni lavori degli alunni delle classi medie.
(Insegnante:
Enza Monaco.)
NATALE  A MARC AURELE  FORTIN       

Come tutti gli anni Natale è stupendo, la sola differenza
che quest’anno non c’era Babbo Natale ma Mamma Na-
tale ed ero io.
Sono  andata  di  classe in classe a dare cioccolatini: è
stato bellissimo!  I bambini   hanno  veramente creduto
che ero “Mamma Natale”. Ho trovato la scusa  che Bab-
bo Natale era stanco e non poteva venire!!!
Non  vedo  l’ora  che arrivi  l’anno prossimo nell’ attesa

“BUONE  FESTE  A TUTTI”
Yasmin Merhi  
(Seconda Media)
LA SCUOLA

Mi  chiamo  Velia Ercolano  ho cominciato a
frequentare  i  corsi  di  italiano  quest’anno.
La  scuola   si  chiama  Marc  Aurele  Fortin.
A scuola si  fanno  tante cose. Festeggiamo le varie
ricorrenze, vediamo dei  film, parliamo di tante cose e quan-
do c’è  tempo giochiamo. Ci  sono t anti  insegnanti  e  sono
tutti bravi.  Apprendo tante cose utili come la vita  e le opere
di  personaggi  storici ( Galileo ,  Meucci, Marconi …). Sono
contenta di essere venuta  a questa scuola

Velia  Ercolano  
(Prima  Media)
L’UTILITA’ DELLA SCUOLA DEL SABATO

Ciao a tutti,  
Mi  chiamo Justin Mulfati e frequento la terza  media
alla  scuola  Marc Aurele Fortin.Imparare una lingua
è importante. Quando impariamo delle nuove lingue
possiamo comunicare  con gli altri popoli del mondo.
La  scuola d’ italiano mi permette  di avanzare nella mia carriera scolastica.
Posso  accumulare  dei  crediti,  apprendere  la  cultura, le  tradizioni  e  la
lingua in un ambiente piacevole per  migliorare  le mie conoscenze. Tutti  i
giovani  devono partecipare ai corsi d’ italiano perche’ la cultura e’ qualco-
sa  di  molto  importante che  dobbiamo  proteggere e non lasciare morire.

Justin  Mulfati  
(Terza Media)
LA NOSTRA CLASSE

La  mia  classe è molto bella. Siamo  15 alunni  di prima, se-
conda  e  terza  media. Parliamo  di tutto  e ci divertiamo  in-
sieme.  Quando  arriva  il sabato mattina , io sono  motivata  
a  partecipare  e  a  parlare  in  italiano  con  la mia maestra  
ed I miei compagni di classe. Delle volte quardiamo dei film e dopo  ne discu-
tiamo  insieme.  Giochiamo   anche  a  “TOMBOLA GEOGRAFICA” un modo  
in  piu’ per  apprendere  e  conoscere le varie città e regioni  italiane.
Facciamo  molte  attività  ma questa è la preferita da noi  tutti. Ci  divertiamo
e  impariamo  di  piu’ la geografia. Vi  incoraggiamo  a  giocare  con i   vostri  
compagni e  insegnanti. E’ BELLISSIMO! E POI SI DICE CHE “GIOCANDO SI
IMPARA”

Yasmin Merhi
{seconda media} - Amanda Minotti  [terza media}
LA MIA ESPERIENZA ALLA SCUOLA MARC AURELE FORTIN

Io mi chiamo Laura e  vi parlero’ della mia
esperienza da  quando  ho  cominciato la
scuola italiana. Io ho cominciato alla terza
elementare; mi  ricordo che  la  mia mam-
ma mi  aveva domandato se volevo anda-
re  alla scuola del sabato, all’ inizio non e-
ro sicura, non mi piaceva svegliarmi presto però quando ho
cominciato mi piaceva  tanto apprendere nuove parole  cosi’
potevo  parlare  meglio  con i  miei nonni. In tutti questi anni  
ho  appreso  tanto  sulla cultura  e storia d’Italia. Alla scuola  
Italiana  ci  sono  dei  momenti belli  come tutte le ricorrenze
che festeggiamo pero’ ci sono anche dei momenti meno belli
per  esempio  quando  dobbiamo imparare regole grammati-
cali… A  questa  scuola vengono tanti bambini italiani e pos-
siamo fare  tante amicizie. Questa  è  una  bella  esperienza  
che ricordero’ per sempre

LAURA DELLAZIZZO   
(TERZA MEDIA )
UN  AMICO
LA COMUNITA’ ITALIANA  DI  R-D- P   E DI ST LEONARD

A  Riviere -des –Prairies  c’è  tanta gente di origine
italiana. Nel  cuore  di questo quartiere c’è la scuo-
la  MARC - AURELE – FORTIN.  Al  sabato  questa
scuola si trasforma in un luogo dove  bambini , gio-
vani  e  adulti  possono  imparare  e studiare  l’ ita-
liano.  A  St  Leonard , possiamo  trovare  il  Centro  Leonardo  da Vinci, un
edificio dove si svolgono tante attività: c’è un centro sportivo , un teatro, un
bocciodromo…  qui   gl’italiani  si  ritrovano  per  divertirsi. Nelle  scuole   di
questi  comuni  si  insegna  l’ italiano  regolarmente  e  i  giovani  imparano
questa bellissima lingua.  Possiamo  dire  che  la comunità  italiana è molto
fiera  e  noi,  giovani  di  queste  comunutà,  siamo   il  futuro  del  Canada,
continueremo  a  conservare  le  tradizioni,  le  feste,  la  cultura e la lingua  
italiana.

Justin Mulfati  
(TERZA MEDIA)
LA  LINGUA  ITALIANA

Io mi chiamo Sara  e vi parlo della mia  espe-
rienza  con  la  lingua  della  mia famiglia. Ho
cominciato  a  sentire  questa  lingua   con  i  
miei  nonni e volevo   essere  capace di  par-
lare  questa  lingua. Ho deciso  di andare ad
un a scuola  italiana, ho  cominciato quando
ero  in terza elementare.  Prima  sapevo  poco   ma   ora  so
che grazie  a  questa  scuola conosco  tante  cose di questa  
cultura.  Lo  so che ho ancora  tante cose  da  imparare, per
ora sono contenta che posso  parlare  con i  miei  nonni.
Quando sarò  grande  e diventerò mamma  farò imparare ai
miei bambini  questa  lingua e conserverò questa cultura.